Perché Facebook è blu? La scienza dei colori nel marketing online

Come è stato scelto il colore della più grande "piazza" online? Quali sono i colori più diffusi sul web? Quali quelli che ci fanno aumentare l'appetito, ridurre l'aggressività o svuotare il portafoglio? Tutto quello che vorreste sapere sul lato nascosto della tavolozza.

Ok Google per l'ultima pubblicità di Burger King

Lo spot in onda negli Stati Uniti è pensato per sfruttare la frase di attivazione “OK Google”, ma la casa di Moutain View ha già risolto il problema
Un atto di audace sagacia o un inesorabile boomerang dalla traiettoria incredibilmente facile da prevedere? Il tema è l’ultima campagna pubblicitaria di Burger King negli Stati Uniti: uno spot di 15 secondi pensato per fare leva sui dispositivi Android provvisti della ricerca vocale con “Ok Google”.

Shenzhen, la nuova Silicon Valley

shenzhenShenzhen si candida a diventare la nuova Silicon Valley, grazie ad un particolare contesto che sta consentendo di raggiungere risultati economici in grado di impensierire i giganti hi-tech statunitensi.

Shenzhen la nuova Silicon Valley. Un accostamento quasi blasfemo fino a qualche tempo fa, ma che oggi racconta come la Repubblica Popolare Cinese stia riuscendo ad accorciare le distanze dagli Stati Uniti nel settore hi-tech. Colossi come Apple, Google e Microsoft potrebbero, in ottica futura, perdere il primato in termini di innovazione.

Su Google arriva l’etichetta per le notizie verificate

 

google verificatedSaranno mostrate informazioni sulla dichiarazione verificata, da chi è stata fatta e se una fonte ha verificato quella particolare dichiarazione

Arrivano uno via l’altro, gli annunci sugli strumenti che tentano di arginare la disinformazione online. Ieri la guida di Facebook per riconoscere le notizie false, oggi Google con l’etichetta Fact Check, disponibile sia su Google News che nel motore di ricerca, a livello globale e in tutte le lingue. A ottobre, insieme ai partner di Jigsaw, Google aveva annunciato che in alcuni Paesi avrebbe iniziato a consentire agli editori di mostrare l’etichetta “Fact Check” in Google News. Questa etichetta consente di identificare in modo più immediato gli articoli di verifica dei fatti.

Per fare soldi su YouTube servono almeno 10.000 visualizzazioni

youtubeA partire da ieri 6 aprile, YouTube pubblica gli annunci pubblicitari sui video di un canale solo se questo ha superato le 10.000 view complessive. Nel mirino i canali “fake”

"Se un creatore originale realizza video che meritano, può raggiungere in breve tempo 10.000 visualizzazioni e iniziare a guadagnare dai suoi video". YouTube ha spiegato in questi termini il cambio di regolamento dello YPP (YouTube Partner Program). Fino a ieri, chiunque si iscrivesse al programma di monetizzazione (e contestualmente a Google Adsense) poteva caricare video e iniziare a guadagnare soldi dalla pubblicità che la piattaforma inseriva nel suo canale.

Arrivano nelle piazze i cartelli di tessuto che mangia lo smog

Creati in provincia di Pavia da una start-up. “Funzionano anche per pulire l’aria degli uffici”

Un cartellone pubblicitario «mangiasmog». L’idea l’hanno avuta due imprenditori, il piacentino Giammarco Cammi e Gianluca Barabino, di Tortona, che hanno creato un tessuto rivoluzionario. L’azienda è una start-up del gruppo Ecoprogram, colosso della logistica che gestisce, tra l’altro, lo stadio di San Siro: Anemotech, infatti, ha sede a Casei Gerola, un paese lombardo crocevia di tre regioni e fa della sperimentazione la sua frontiera. Il suo «The Breath», Gianluca Barabino (anima dell’idea assieme a Giammarco Cammi) lo spiega così: «È un mix composto da strati esterni (in tessuto tridimensionale idrorepellente con proprietà antisettiche) e da uno strato intermedio in fibra a carboni attivi, unita da nanotecnologie, in grado di ridurre le particelle inquinanti presenti in ambienti sia aperti sia chiusi».